Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
10 aprile 2013 3 10 /04 /aprile /2013 19:36

 


Come coccolare un gatto  

Ai mici piace essere coccolati ed accarezzati? Certo che si. Ma coccolare un gatto non è affatto semplice, i nostri amici pelosi cambiano spesso atteggiamento mentre li stiamo accarezzando, magari arrivano a graffiarci o morderci. Questo però non è dovuto all'antipatia del nostro felino preferito, bensì ad una nostra mancanza di dimestichezza con queste adorabili creature.

Scopri come fare:

1

Innanzitutto bisogna ricordare che i gatti possono agitarsi facilmente se vengono accarezzati con eccesiva forza o velocità, provocando in essi reazioni aggressive, come il morso o il graffio. Bisogna quindi procedere con lentezza, come a voler chiedere il "permesso" di accarezzarlo, dando al gatto la sensazione di avere il controllo di quello che sta accadendo : in questo modo non si innervosirà.
Il primo passo è quindi quello di allungare verso il gatto la mano (o un dito), e far sì che il gatto possa toccarla con il proprio naso. Se il micio non mostra interesse, la fissa soltanto e non tenta di avvicinarsi, significa che è il caso di lasciar perdere: in questo momento non desidera alcun contatto.
Se al contrario annusa la mano, ed inizia a strofinarsi con la testa oppure con il naso, significa che è ben disposto nei vostri confronti, e quindi potete preparvi a coccolarlo!

Occorrono:
un micio da coccolare
2

Adesso che vi accingete ad accarezzare il vostro gatto, sappiate che il metodo migliore è quello di di iniziare dalla testa, fra le due orecchie, continuando poi fino all'inizio della coda, sempre con gesti lenti e delicati, senza esisercitare pressioni eccessive. Evitate di toccare la coda.
Le carezze vanno effettuate sempre nella direzione del pelo e ma contropelo. Alcuni gatti prediligono essere letteralmente grattati, ma meglio evitare se non conosciamo il gatto che abbiamo di fronte.
La maggior parte dei gatti ama essere accarezzata sotto il mento, zona però delicata dove dobbiamo avere un tocco molto leggero.

3

Se il micio sta gradendo le nostre coccole, si inarcherà, venendo incontro alla nostra mano ed aumentando la pressione di conseguenza 
Parte sensibilissima del corpo del nostro adorato felino è la pancia; se il gatto è molto rilassato lo vedrete rotolarsi sul dorso e mettersi a pancino in sù    Non è detto però che il gatto voglia essere accarezzato sul ventre, facciamolo solo se abbiamo familiarità col micio, altrimenti è sconsigliato farlo.. 

4

Toccare la pancia può essere scambiato dal gatto come un invito al gioco, e quindi potrebbe afferarvi la mano con le zampe anteriori tirandola a sé, per poi morderla e graffiarla con le zampe posteriori, tutto questo in una manciati di secondi. In tal caso non cercate di tirare la mano, ma lasciategliela e cercate di tranquillizzarlo "parlandogli" con tono calmo e pacato, finchè non allenterà la presa. Tirare via la mano con violenza, rischia di essere solo controproducente, finendo col venire graffiati e morsi più gravemente.

Condividi post

Repost0

commenti