Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
18 aprile 2012 3 18 /04 /aprile /2012 21:59

Definiamo "torcicollo" uno spasmo che deriva dalla contrattura dei muscoli del collo; è un fenomeno che si verifica a causa di un'esposizione prolungata a correnti d'aria, come quella proveniente dal finestrino dell'auto abbassato, o dalla postura scorretta mentre si è seduti o supini, o, ancora, da un trauma e da uno stato psicologico tendente alla preoccupazione e all'ansia. Nella maggioranza dei casi, per avere il torcicollo basta assumere per un tempo prolungato una posizione scomoda davanti alla tv, o durante un riposino pomeridiano senza un supporto alla nuca.

  • 1
    Come Curare Il Torcicollo
    Esistono differenti tipi di torcicollo: uno comune e uno congenito. Il primo è il più frequente e consiste nella contrattura di un gruppo di muscoli che si trova nella zona anterolaterale; è un dolore invasivo, in quanto limita molti movimenti naturali del capo. Il secondo tipo, invece, si può definire raro perché legato ad una lesione del muscolo sternocleidomastoideo, avvenuta al momento della nascita, probabilmente in seguito ad un parto travagliato. Possiamo trovare anche un torcicollo di natura post-traumatica, derivato da uno strappo o da un movimento violento, come avviene nel colpo di frusta; altri tipi di torcicollo possono riferirsi addirittura a lesioni dei legamenti cervicali, sublussazioni, ernie discali o fratture.
  • 2
     
    Approfondimento
    Il torcicollo è anche posturale, ovvero trova il baricentro del corpo compromesso da una situazione già disagiata, per esempio con una scoliosi; il torcicollo reumatico o gottoso, invece, si sviluppa in modo più silente e graduale. Eventi come un'infiammazione alla gola o all'orecchio, un ascesso ad un dente o la malocclusione dentale, sono episodi che rappresentano le cause della tensione muscolare che andrà ad interessare proprio la regione del collo. Il torcicollo, nelle sue varie forme, provoca un dolore talmente acuto che può irradiarsi fino alle spalle, alle braccia e alle dita delle mani.
  • 3 I muscoli cervicali diventano tesi e doloranti ed impediscono i movimenti del collo. Qualsiasi movimento, che nella sua normale esecuzione coinvolge la regione cervicale, a causa della tensione muscolare, al ruotare della testa provoca dolori. Ciò succede perché gli spasmi muscolari agiscono sulle articolazioni apofisarie e le bloccano con conseguenti infiammazioni e dolori. La terapia contro il torcicollo prevede inizialmente l'anamnesi (la storia dell'evento), poi seguiranno degli esami, più o meno invasivi, della colonna cervicale e la radiografia. La prevenzione del torcicollo prevede una ginnastica dolce e senza affanno: movimenti leggeri e liberi in tutte le direzioni che il collo permette, seguiti da un lieve massaggio ai muscoli trapezi. Cerchiamo di preferire la mobilità alla staticità, perché se da una parte stando fermi attenuiamo il dolore, dall'altra andiamo a facilitare l'irrigidimento dei muscoli.
  • 4 Riguardo al massaggio c'è ancora una precisazione da aggiungere: se la natura del torcicollo è traumatica, l'irrigidimento non è altro che una protezione delle articolazioni sottostanti, per cui un massaggio può essere controproducente. Se si è, invece, già soggetti a soffrire di torcicollo, è opportuno curare la regione dolente con il caldo; occorre l'impacco freddo in caso sia presente già un'infiammazione al muscolo.

Condividi post

Repost0

commenti