Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Presentazione

  • : Bloggercirouliano
  • Bloggercirouliano
  • : Il blog di Ciro Uliano
  • Contatti

Link

3 maggio 2012 4 03 /05 /maggio /2012 08:33

Uno scaffale libreria è certamente uno dei mobili più semplici che si possano realizzare in quanto si tratta di assemblare una struttura di forma rettangolare, costituita semplicemente da due fianchi e da alcuni ripiani, eventualmente dotati di ante di chiusura. Seguendo questa guida realizzerai una libreria in truciolare, che assume particolare interesse poiché la rifinirai e doterai di opportuno impianto di illuminazione.

 
  • 1 Inizia ritagliando le sagome. Quindi, sul pannello che funge da elemento sagomato inferiore, ovvero il piede, appoggia una dima rettangolare in cartone, con curvatura in alto di cinquantotto centimetri di raggio. Tracci aquindi il relativo contorno. A questo punto, la stessa operazione devi eseguirla sul pannello superiore che fungerà da testa. Il raggio di curvatura della dima è di trentasette centimetri, quindi ponila tangente al bordo superiore.
  • 2
     
    Occorrente
    • Truciolare impiallacciato in noce tanganika spesso 20 mm per un totale di 4 metri quadrati (fianchi, ripiani, testa e piede)
    • Tondino di ramin diametro 40 mm per un totale di 4 metri (finiture laterali)
    • Tondino di ramin diametro 30 mm per un totale di 5 metri (finiture ripiani)
    • Compensato da 5 mm, di 146x96 cm (schienale)
    • Tubo di plastica rigida diametro 20 mm (per 33 metri per la finitura dello schienale)
    • 16 lampadine micro mignon 220 volt 3 watt
    • 16 portalampade
    • 1 interruttore
    • 0,5 metri quadrati di plexiglass opalino spesso 2 mm
    • 2 ruote piroettanti da 50 mm
    • Spine di faggio diametro 6 mm
    • Filo elettrico
    • Colla vinilica
    • Colla a contatto
    • Colla a caldo
    • Tinta all'analina e vernice trasparente
    • Seghetto alternativo
    • Matita e dima rettangolare con curvatura di 58 cm di raggio
    • Seghetto alternativo
    • Sega circolare
    • Trapano e sega a tazza da 50 mm
    • Lima o raspa
    • Carta vetrata
    • Sigillante siliconico
    • Saldatore
    • Una morsa
    • Guida per foratura
    • Marcatori di tipo a cappellotto
    • Martello di gomma
    • Connettori isolati
    Ora effettua i tagli sul truciolare impiallacciato mediante il seghetto alternativo, seguendo la traccia lasciandola visibile lungo la parte che dovrai conservare. Per poter effettuare precisi cambi di direzione della lama, pratica dei fori passanti tangenti al punto in cui si ha la curva stretta con il trapano. I bordi tagliati spianali accuratamente madiante la lima raspa dato che difficilmente con il seghetto si riesce a tagliare in modo perfettamente dritto. Un'ulteriore finitura dovrai darla con carta abrasiva avvolta su un tampone di gomma in modo da rendere il più possibile liscio il bordo arrotondato.
  • 3 A questo punto, per praticare le aperture in cui andrai a inserire le lampade, usa una sega a tazza da cinquanta millimetri e fai due fori i cui centri distino ottanta millimetri. Appena li avrai fatti, con il seghetto alternativo asporta la parte di truciolare che raccorda i due fori, dopo aver tracciato le tangenti a questi, come noti nella foto di questo passo. Ora, prima con la lima raspa, poi con la carta vetrata, regolarizza le parti tagliate con il seghetto alternativo e lisciane i bordi.
  • 4 Quando avrai fatto questo lavoro, con il trapano pratica un foro passante che collega l'apertura appena realizzata con il bordo anteriore del ripiano, per permettere il passaggio del cavo elettrico. Adesso, gli spigoli anteriori del ripiano dovrai smussarli sempre con il seghetto alternativo e rifiniscili in modo da lasciare spazio per i tondini dei fianchi. Ora pratica con la sega circolare, lungo un lato corto e parte di quello frontale, una scanalatura sufficientemente profonda e larga per alloggiarvi i cavi elettrici.
  • 5 A questo punto, metti il cavo che alimenta le lampadine nella scanalatura e, lungo questa applica del sigillante al silicone o della colla a caldo. A questo punto, prepara un blocchetto di legno con due fori in cui dovrai inserire i portalampade con i piedini rivolti verso l'alto, poi saldali con cura. Appoggia ora un portalampade sull'altro e saldane insieme i piedini in modo che risultino accoppiati e contrapposti, come osservi nella foto di questo passo. Salda anche un chiodo senza testa mantenendolo in posizione orizzontale. Inserisci la coppia di portalampade nell'apertura, conficcando il chiodo nel legno, quindi salda i terminali dei cavi ai piedini.
  • 6 Un volta fatto, per scanalare i tondini, realizza una guida in legno in cui alloggiarli, poi pratica dei tagli longitudinali centrati utilizzando la sega circolare o una fresa. A questo punto, dovrai rifinire la scanalatura così ottenuta con una pialla sponderuola e con carta abrasiva. Quando avrai eseguito il lavoro, le estremità dei tondini dei ripiani dovrai smussarli in modo da poterle raccordare alla perfezione con i tondini verticali dei fianchi.
  • 7 In questa fase del lavoro, passa a bloccare saldamente il ripiano in morsa e applica della colla vinilica all'interno della scanalatura del tondino in ramin. Appena fatto, applica anche della colla vinilica sul bordo anteriore del ripiano. Quindi inserisci il tondino e applica delle legature strette fino a quando la colla non è completamente indurita. Ora traccia, nella parte inferiore dei fianchi, la zona da asportare per creare la sede delle ruote e lo spazio sul bordo anteriore per la testa del tondino cui vanno avvitate.
  • 8 A questo punto, esegui un ribasso anche sull'altro estremo del bordo anteriore dei fianchi. Poi, con la guida per foratura, pratica dei fori lungo i bordi del piede, dei ripiani e della testa, per l'inserimento delle spine, così come ti mostra la foto di questo passo. Quando avrai eseguito questa operazione, nei fori precedentemente praticati passa ad inserire i marcatori del tipo a cappellotto, i quali presenteranno una punta accuminata al centro.
  • 9 Adesso, appoggia un elemento alla volta su un fianco, in posizione definitiva di montaggio, poi batti con il martello di gomma in modo che le punte lascino chiare tracce. A questo punto, nei punti in cui vi sono le tracce pratica i fori ciechi per le spine e ripeti il procedimento con tutti gli elementi anche sull'altro fianco. Ora pratica sui tondini da quaranta millimetri una scanalatura centrata profonda venti millimetri, che arrivi a cinquanta da un'estremità e a trenta dall'altra, quest'ultima dovrai arrotondarla. Applica quindi la colla vinilica e inseriscili nei bordi dei fianchi battendo con un martello di gomma.
  • 10 Adesso, prima di procedere all'assemblaggio finale, dipingi tutti i componenti del mobile con pittura all'analina, ma puoi usare anche altra pittura o vernice. Quindi monta il tutto. Nella parte posteriore, tra i fianchi e dietro ai bordi dei ripiani, applica con colla e viti l'ampio foglio in compensato che funge da schienale, posizionandolo fra testa e piede. Sullo schienale fissa dei connettori isolati che permettono di derivare, dalla linea principale di alimentazione, i circuiti di illuminazione di ogni singolo ripiano.
  • 11 Giunto a questo punto, passa a forare l'estremità inferiore dei tondini posti lungo i bordi dei fianchi in modo da poter inserire il perno per le ruote. Una volta fatto, sulla faccia a vista dello schienale applica una serie di semitubi in PVC tagliati longitudinalmente e incollati con adesivo acontatto o, meglio, con colla a caldo. Infine, le apertura in cui cono inserite le coppie di lampadine dovrai chiuderle con un pezzetto di plexiglass opalino che lascia passare una luce diffusa, incollandole con colla a contatto.

Condividi post

Repost 0
Published by ciro.uliano
scrivi un commento

commenti