Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Presentazione

  • : Bloggercirouliano
  • Bloggercirouliano
  • : Il blog di Ciro Uliano
  • Contatti

Link

14 giugno 2014 6 14 /06 /giugno /2014 15:48

clicca qui sul link

.

Sei alla ricerca di un pianoforte o di una tastiera elettronica?

Non sai se rivolgere la tua attenzione verso oggetti usati o nuovi, in vendita o in affitto?

D’altra parte ci sono un sacco di marche e di possibilità e per aiutarti oggi voglio darti alcuni consigli.

Innanzi tutto devi aver ben presente il budget massimo da spendere, già questo restringe le opzioni di ricerca. Infatti se il tuo massimo di spesa è intorno ai 1.500/2.500 euro puoi orientarti verso una tastiera elettronica o un piano elettrico nuovi o seminuovi, o verso un pianoforte classico usato.

- PIANOFORTE, PIANOFORTE DIGITALE O TASTIERA ELETTRONICA?

Se sei orientato verso un pianoforte, tieni presente che stai facendo un investimento a lungo termine (un buon pianoforte tenuto bene ha una vita ben superiore ai 50 – 70 o addirittura 100 anni), e sarà per sempre, almeno fino a quando non deciderai di rivenderlo, un pezzo di arredamento della tua casa e rappresenterà il tuo gusto e la tua cultura. In linea di massima perciò l’acquisto di un pianoforte tradizionale dovrebbe prevedere un budget di spesa medio-alto.

Ma noi rimaniamo intorno all’ipotesi di spesa ipotizzata prima di 1.500-2.500 euro.

Si possono trovare anche a questi prezzi buoni pianoforti usati, ma devi fare ben attenzione a non scendere sotto questa cifra, in quanto strumenti di questo tipo a basso costo potrebbero essere di marca scadente o tenuti così male che la loro meccanica potrebbe risultare mediocre o difettosa necessitando quindi di un sacco di lavori di riparazione e manutenzione (alla fine di questo articolo ti indico alcuni accorgimenti per l’acquisto di questa tipologia di strumento).

Ma prima di comprare un pianoforte tradizionale devi fare i conti anche con un altro fattore: lo spazio.

Quanto spazio hai in casa? Dove  pensi di inserire il pianoforte? Hai spazi sufficienti anche per il trasporto del pianoforte attraverso le stanze o, eventualmente, le scale?

Infatti se ad esempio hai intenzione di collocare il piano in una stanza superiore o inferiore, devi prendere bene le misure della larghezza delle scale e delle porte e delle eventuali curve o deviazioni: il pianoforte è uno strumento molto ingombrante e pesante e non può essere smontato per il trasporto, o può esserlo sono in minima parte.

Naturalmente tra un piano a coda o mezza coda e un piano verticale le misure cambiano enormemente e il piano verticale su può adattare pressappoco a qualsiasi situazione, spazio e parete, mentre il piano a coda/mezza coda ha bisogno di uno spazio ben più ampio.

Anche se la Kawai ha costruito un pianoforte con una coda molto piccola adatto anche a spazi ristretti. E’ il GM-10 con dimensioni di 150 cm di larghezza per 150 cm di lunghezza con una altezza di 1 metro. Il prezzo per il nuovo è intorno agli 8.000 euro.

 VUOI ACQUISTARE UN PIANOFORTE O UNA TASTIERA? ECCO ALCUNI CONSIGLI

Pianoforte Kawai GM-10

Ma ci si può orientare anche verso l’acquisto di una tastiera elettronica o un piano digitale. Delle due la seconda opzione e a mio avviso quella più appropriata per chi desideri cimentarsi in seguito verso lo studio del pianoforte vero e proprio, o per i genitori che desiderino introdurre il proprio figlio allo studio del pianoforte ma, per ovvie ragioni, non sono sicuri che poi lo studio andrà a buon fine e quindi non vogliono spendere grosse cifre per l’acquisto di un pianoforte tradizionale che poi potrebbe rimanere inutilizzato.

E’ bene in questo caso scegliere pianoforti digitali con tasti pesati, con tasti cioè che simulano la resistenza del tasto del pianoforte. Infatti il pianoforte ha tutta una serie di strumenti e sistemi che permettono la produzione del suono con l’azione del martelletto sulla corda attraverso l’abbassamento del tasto. Questi sistemi fanno si che il tasto opponga una  forza contraria all’azione del dito e conferiscono al suono tutta una gamma di colori e volumi tipici del pianoforte che rendono ogni pianista diverso e originale in base alla propria sensibilità e qualità tecnica. Una buona tastiera pesata deve simulare il più possibile questa forza.

Ora è naturale che la capacità espressiva di un pianoforte non potrà mai essere eguagliata da nessuna tastiera, e la tecnica pianistica si impara solamente su di un pianoforte tradizionale, anche se esistono in commercio pianoforti digitali con performances veramente notevoli. Quindi se dopo un po’ di tempo trascorso a studiare su di una tastiera elettronica o un piano elettrico si sente l’esigenza di imparare a suonare il pianoforte acustico, o il nostro bambino ha doti naturali per studiare su di un pianoforte vero e proprio, è bene passare immediatamente all’acquisto di questo strumento, visitando magari il reparto usato dei negozi.

Ma alla resa dei conti, se non vogliamo comprare un pianoforte acustico e non sappiamo ancora se il nostro futuro o il futuro di nostro figlio sia di suonare il piano, verso quale strumento dobbiamo indirizzare la nostra ricerca: piano digitale o tastiera elettronica?

In realtà c’è anche una terza strada che è quella di affittare il pianoforte, ma in questo caso si spendono comunque un bel po’ di soldi e alla fine lo strumento non è nostro.

Quindi vediamo quali sono i vantaggi dell’acquisto dell’uno o dell’altro strumento.

Se non si hanno particolari esigenze una tastiera elettronica è sicuramente lo strumento più economico che esista, in quanto si possono trovare in commercio tastiere nuove a prezzi che vanno dalle poche centinaia di euro (250 – 300) in su. Questo tipo di strumenti è adatto soprattutto per coloro che vogliano usare la tastiera come supporto allo studio del canto o, come dicevo prima, per provare ad avvicinarsi allo studio del pianoforte e ponderare meglio in seguito la scelta di uno strumento più appropriato.

Naturalmente esistono tastiere con performances più elevate e costi più alti come la Korg M3-88 Xp Xpanded, con una grande quantità di funzioni e possibilità, ma adatta a professionisti del settore più che ad aspiranti musicisti.

 VUOI ACQUISTARE UN PIANOFORTE O UNA TASTIERA? ECCO ALCUNI CONSIGLI

Korg M3-88 XP Xpanded. Il prezzo è intorno ai 2.500 euro

Per chi invece desidera un piano digitale, è possibile tranquillamente rientrare nel budget che ci siamo prefissati in precedenza anche scegliendo prodotti nuovi. Infatti tutte le più grandi marche mettono a disposizione strumenti di eccellente qualità con prezzi che vanno dai 1.500 euro (il mio consiglio è non scendere sotto questa cifra) in su, come ad esempio il Clavinova CLP430R della Yamaha o il Roland RP 301R (di un bellissimo color bianco) o il Korg C-540, tutti con una dinamica soddisfacente sia per lo studio sia per un utilizzo futuro.

 VUOI ACQUISTARE UN PIANOFORTE O UNA TASTIERA? ECCO ALCUNI CONSIGLI

Piano digitale Roland RP301R WHITE

Naturalmente oltre a queste marche ce ne sono molte altre che offrono strumenti di ottima qualità. Le principali sono: Alesis, Casio, Daewoo, Bohm, Farfisa, Gem, Hammond, Kawai, Kurzweil, Solton… e di sicuro me ne scordo altrettante.

- ACQUISTARE UN PIANOFORTE USATO

I pianoforti non perdono il loro valore negli anni se sono ben tenuti e ben curati, quindi puoi trovare nel reparto usato dei negozi ottimi strumenti, ma è necessario adottare alcuni accorgimenti per evitare brutte sorprese.

Il primo consiglio è di portare con sé un pianista esperto o un accordatore di pianoforti per controllare dal punto di vista professionale lo strumento che stiamo per acquistare. Alcuni problemi possono essere visti solo da un occhio esperto, come la presenza di piccoli tarli nel legno che possono danneggiarne la struttura. Se stai seguendo un corso di pianoforte puoi ad esempio chiedere al tuo insegnante di unirsi a te nella visita al negozio.

Dentro al negozio prenditi tutto il tempo che vuoi: siediti davanti a tutti gli strumenti, suonali, ascolta il suono che ne scaturisce, esplorali e chiedi di poter vedere all’interno come si presenta la struttura.

Non avere fretta, prenditi almeno un paio d’ore per provare tutti gli strumenti che ti piacciono. Osservali anche dal punto di vista estetico, perchè quello che sceglierai diventerà un pezzo d’arredamento della tua casa per molti anni.

Non comprare mai sotto pressione, se ti senti influenzato dal venditore prendi tempo e torna il giorno successivo. Stai per prendere una decisione che comporta una spesa notevole e che condizionerà anche il tuo livello di studio.

Fai al venditore tutte le domande che ti vengono in mente riguardo alle prestazioni, al suono, ai materiali esterni e interni che lo costituiscono, agli eventuali lavori di manutenzione, accordatura…. insomma non tralasciare niente.

E infine, il pianoforte è uno strumento con il quale instaurerai un rapporto molto stretto, diventerà per te un amico, un confidente, ti rivolgerai a lui nei tuoi momenti di solitudine e nei tuoi momenti di gioia, attraverso il pianoforte proverai emozioni e le farai provare ad altre persone. Il tuo pianoforte è già lì che ti sta aspettando, tra tutti quelli esposti ce n’è solo e soltanto uno che ti riempie gli occhi e dal quale ti senti attratto: è quello che devi possedere e non altri. Potrai visitare tutti i negozi che vuoi ma alla fine tornerai sempre da lui, quindi non aspettare oltre… se rispetta tutti i requisiti che abbiamo analizzato prima, portalo a casa!

Condividi post

Repost 0
Published by ciro.uliano - in Musica e Concerti
scrivi un commento

commenti