Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
1 maggio 2012 2 01 /05 /maggio /2012 14:55

Moltissime persone usano il computer o ne posseggono uno, ma non sono poi tanti quelli che sanno davvero cosa c'è dentro la loro macchina, sia come hardware, sia come software. Invece bisognerebbe sempre sapere sia che tipo di componenti sono presenti all'interno del PC, sia quali software, driver e aggiornamenti vi siano installati. Questo perché così si può mantenere il computer in efficienza e risolvere rapidamente eventuali problemi come conflitti o malfunzionamenti. Per fortuna in tuo soccorso arrivano diversi programmi che si occupano proprio di fare una scansione della macchina dandoti poi la possibilità di visualizzare dettagliati rapporti circa tutti i componenti presenti. Uno di questo è Fresh Diagnose il quale utilizzo verrà descritto in maniera chiara e semplice in questa guida

 

  • 1 Fresh Diagnose è un programma gratuito che offre all'utente una varietà di informazioni davvero impressionante: dai programmi installati ai driver delle periferiche, dai componenti http://www.freshdiagnose.com/downfiles.html. Come mostrato dall'immagine dovrai spostarti nella parte dedicata a Fresh Diagnose, la 2 e cliccare sulla scritta download here per salvare il file di setup. Quindi avvialo con un doppio clic e completa la breve e semplice procedura guidata di installazione, che terminerà in pochi passi.
  • 2
     
    Occorrente
    • Connessione a Internet
    • Fresh Diagnose
    Per usufruire di tutte le funzionalità del programma, dovrai provvedere ad una registrazione gratuita alla pagina http://www.freshdiagnose.com/register.html riempendo i due campi con nome ed e-mail. Ti verrà spedito a questo punto un messaggio per la convalida, clicca sul link che troverai e subito dopo ti verrà inviato un altro messaggio contenente i codici di registrazione dei vari programmi dell'azienda.
  • 3 All'avvio del programma potrai subito notare che i vari moduli sono disposti in maniera molto razionale e di facile consultazione. Nel menu a sinistra, troverai le aree tematiche e per ognuna avrai un elenco di voci per le scansioni dei vari componenti. I pulsanti per le varie aree li troverai anche nella barra in alto con, nella finestra al centro, il dettaglio dei moduli. L'unica pecca di questo programma è approssimativa traduzione italiana dell'interfaccia. Termini come "Lima" per indicare il menu File oppure "Risorse di Fissaggi" per indicare le risorse hardware, mettono un po' fuori strada l'utente. Volendo perciò potresti anche impostare la lingua inglese per vedere almeno termini più familiari. Dal menu Lima seleziona Cambi la Lingua e poi English.
  • 4 Nella sezione Software System avrai a disposizione diversi moduli per ottenere informazioni sul sistema operativo, sui programmi installati, quelli ad avvio automatico, nonché sulle associazioni dei file e sui driver installati. Altre voci ti daranno dettagli anche su argomenti più delicati e tecnici come ad esempio la posizione delle cartelle e le variabili di sistema. Ad esempio, nel modulo Processor (in figura), potrai vedere tantissimi dettagli riguardo al processore, da modello e velocità fino all'ampiezza dei bus di comunicazione o i vari voltaggi.
  • 5 Espandendo invece il pannello Devices, i moduli relativi ti forniranno accurate descrizioni di tutte le periferiche del computer sia fisiche che, in qualche caso, anche logiche (Logical Drives). In figura puoi vedere il dettagliato rapporto relativo alle informazioni sugli hard disk presenti, che potrai comodamente selezionare dal menu a tendina presente in alto. Perciò come puoi ben vedere già dai primi passi, il programma è abbastanza completo ed è molto utile a chi deve per esempio cambiare un componente del PC.
  • 6 Nella sezione Network and Internet, invece, troverai i moduli relativi all'analisi sia delle schede di rete installate, sia di componenti software che regolano e gestiscono tutte le comunicazioni in entrata ed uscita del computer. Avrai quindi informazioni su marca, modello e parametri degli apparecchi fisici, sia di tutte le impostazioni di Internet Explorer e le statistiche relative ai protocolli di comunicazione.
  • 7 L'ultima sezione in basso, Benchmarks, è quella i cui moduli sono accessibili solo agli utenti registrati. Per inserire il codice trovato nell'e-mail vai nel menu help e clicca su Register, quindi inserisci username e codice. Adesso potrai usare i test per verificare il corretto funzionamento e l'efficienza dei vari componenti, utile ad esempio se sospetti qualche malfunzionamento di qualche componente del computer. Tutto verrà riportato nel risultato.

Condividi post

Repost0
30 aprile 2012 1 30 /04 /aprile /2012 16:19

Devi partire per una destinazione lontana, cioè per un Paese al di fuori della Comunità Europea? Allora devi controllare che il tuo passaporto sia ancora valido, altrimenti… ecco come rinnovare o richiedere il passaporto necessario alla tua partenza.

  • 1
    Come Procurarsi O Rinnovare Il Passaporto
    Il passaporto ti serve per entrare in Paesi extracomunitari. Il passaporto italiano è composto da un microchip inserito sulla copertina e dal 2009 permette l'ingresso negli U.S.A. senza bisogno di alcun visto associato. Per il rilascio o il rinnovo del tuo passaporto devi recarti nella Questura della tua città di residenza o presso l'ufficio passaporti del commissariato di Pubblica Sicurezza, in una stazione dei Carabinieri, presso l'ufficio postale o l'ufficio comunale locale. Considera che i tempi di attesa per il rilascio cambiano e si riducono se la domanda di rilascio viene presentata direttamente in Questura.
  • 2 Cosa devi presentare nella domanda di rilascio o rinnovo. Oltre a compilare un'apposito modulo che troverai negli uffici citati, devi procurarti almeno 2 fototessere uguali, nitide e recenti; un documento di identità, una ricevuta di pagamento di € 44,66 per il libretto a 32 pagine e di € 45,62 per quello a 48 pagine (per il pagamento utilizza i bollettini pre-compilati distribuiti dagli uffici postali) ed un contrassegno telematico di € 40,29 per passaporto (ex marca da bollo). In caso di rinnovo, consegna anche il vecchio passaporto (che ti verrà restituito poi insieme al ritiro del nuovo).
  • 3 Richiedi il rilascio o il rinnovo del passaporto con un certo anticipo. Non affollare gli uffici preposti al rilascio o rinnovo con un minimo anticipo rispetto alla partenza per l'estero, ma considera medimente almeno 30-40 giorni lavorativi per ottenre il passaporto ed evita la richiesta proprio prima dei mesi estivi o nei periodi immediatamente precedenti alle festività natalizie.
  • 4 Validità del passaporto. Ricordati che il passaporto necessita di un contrassegno a validità annuale che decorre dalla data del rilascio e che devi apporre su una delle pagine del documento. Dovrai invece rinnovare il passaporto ogni 10 anni. Prima di recarti in Stati che vengono temporaneamente o permanentemente considerati a rischio registrati sul sito www.dovesiamonelmondo.it. E' una buona regola per ottenere eventuale assistenza in caso di problemi all'estero di natura diplomatica. Informati anche su eventuali ambasciate italiane presenti a destinazione. Sarà un utile riferimento in caso di problemi burocratici.

Condividi post

Repost0
30 aprile 2012 1 30 /04 /aprile /2012 16:16

Il famoso saggio breve... A chi non è mai capitato di doverlo fare? Nel triennio delle scuole superiori di solito è la forma prediletta dei compiti in classe di italiano! Dunque avere un'idea di come si fa è il minimo per una buona riuscita del compito! Eccoti una guida breve e diretta che potrebbe tornarti utile!

 

  • 1
    Come Fare Un Saggio Breve
    Di solito, per fare un saggio breve ci vengono consegnati, oltre alla traccia, dei documenti, che possono essere testi, citazioni, fotografie, dipinti, ecc. In questi documenti può capitare che vengano sostenute più tesi (cioè l'opinione dell'autore del documento riguardo all'argomento del saggio breve) diverse, oppure una sola. Innanzi tutto, leggi e osserva attentamente i documenti e magari evidenzia le parti più importanti (ma senza starci su troppo tempo, basta capire cosa l'autore/gli autori dei documenti voleva/volevano trasmetterti).
  • 2  Dopo aver "inquadrato" le varie tesi, puoi scegliere se impostare il tuo saggio breve in modo da sostenere una tesi con cui eventualmente sei d'accordo oppure l'alternativa è formulare una tua tesi e sostenerla, screditando quelle dei documenti. Dunque porta avanti la tua tesi solo se ne sei convento e se hai gli argomenti per sostenerla.
  • 3 Dopo aver deciso quale tesi sostenere, devi convincere il lettore che è quella giusta. Dunque fai appello alle tue conoscenze, anche acquisite al di là della scuola, tutto ciò che può avvalorare la tua tesi va bene. La cosa migliore e di fare una bozza del tuo discorso su un foglio a parte, in modo da poterla correggere, modificare, organizzare al meglio. Infatti l'organizzazione del discorso è importante: deve essere scorrevole, ben strutturato, è importante che segua un filo logico facile da rintracciare per il lettore.
  • 4 A questo punto passa a redigere il tuo saggio breve vero e proprio. Di solito la traccia richiede di indicare la destinazione editoriale, cioè dove dovrebbe essere pubblicato il tuo saggio breve. Questo non è un dettaglio trascurabile, poichè a seconda della destinazione editoriale dovrai adattare il lessico del tuo scritto: sarà una rivista specialistica? Allora il linguaggio che usi dovrà essere abbastanza peciso, ricco di termini "tecnici", ecc.
  • 5 Sarà il giornalino della scuola? Allora il lessico dovrà essere nontroppo complicato, abbastanza colloquiale. Puoi anche aggiungere deiriferimenti come ad esempio un evento culturale con cui si collegal'argomento. Ovviamente sia per quanto riguarda la destinazioneeditoriale, sia per i riferimenti a convegni, ecc. possono essere anchefittizi.
  • 6 Devi dare al tuo saggio breve anche un titolo, ma questo spesso accade dopo aver terminato di scrivere il saggio, in modo da poter scegliere un titolo più adeguato possibile (piccolo trucchetto per non sbagliare titolo). Naturalmente, quest'ultimo dovrà avere chiari riferimenti alla tesi che vuoi sostenere. Nel caso decidi di scriverlo alla fine, ricordati di lasciare lo spazio, prima di cominciare con il saggio breve.
  • 7 A volte viene richiesto un breve riassunto dei documenti: in questo caso parti proprio da esso. Altrimenti comincia con una introduzione in cui esporrai brevemente la tesi che vorrai sostenere. Quest'ultima deve essere ben in evidenza rispetto al suo svolgimento. Scegli tu come impostare il discorso, da dove partire, ecc. Ma comunque ricorda sempre di essere chiaro, di non fare un discorso striminzito, dimostra di saper spaziare, senza, però, andare fuori traccia.
  • 8 Arricchisci il discorso di idee personali, ma non esprimerti mai in prima persona, parla come se le tue idee fossero largamente condivise, non dire "io penso che...", "secondo me..." ecc. Questo per risultare più credibile. Per quanto possibile, collega le tue idee a opere note, aggiungi riferimenti a testi, conferenze, documentari, ecc.
  • 9 Dopo aver spiegato, approfondito, sostenuto la tua tesi, aggiungi una conclusione al tuo elaborato. Anche qui sii breve, cura sempre il lessico, evita di rivolgerti al lettore parlando in prima persona. Ricontrolla, in fine, il tuo saggio breve, correggi eventuali sviste e, se avevi rimandato per dare un titolo, è arrivato il momento di aggiungerlo. In ogni caso il saggio breve di solito non deve occupare più di 4-5 colonne di foglio protocollo.

Condividi post

Repost0
30 aprile 2012 1 30 /04 /aprile /2012 16:14

Senza rendervene conto la memoria del vostro Computer diventa sempre di meno, questo a causa di moltissimi file che si vanno accumulando nel computer automaticamente, in cartelle che non sono mai direttamente visibili, file che non vi servono, file temporanei che prendono solo spazio, vediamo alcuni semplici passi per individuarli.

  • 1
    Come Eliminare I File Inutili Che Occupano Il Vostro Computer
    Ogni volta che disinstallate un programma, navigate in internet, scaricate, aprite o cancellate un file, sul computer vengono memorizzate delle tracce, queste aiutano nel caso in cui vi ricapita di dover aprire le stesse pagine internet, gli stessi file, o svolgere le stesse operazioni precedenti, perché permettono una ricerca immediata e quindi possono velocizzare alcune operazioni, ma di contro accumulandosi occupano solo memoria, e molto spesso è in queste cartelle che si nascondo i virus.
  • 2
     
    Innanzitutto aprite Risorse del computer in Windows Xp o più semplicemente Computer in Windows Vista, dalla "Barra degli strumenti" in alto cercate Opzioni Cartella che in Windows Vista si trova in Strumenti, nellanuova finestra che vi compare scegliete la scheda Visualizzazione, e nell'elenco assicuratevi che sia presente il segno di spunta nella voce "Visualizza cartelle e file nascosti", quindi date l'OK.
  • 3 Procedura per Windows Xp (per Windows Vista andate al Passo 4): Aprite l'unità principale solitamente e la C:\, selezionate Documentsand Settings poi aprite la cartella col vostro nome utente, e successivamente aprite la cartella Local Settings o se non compare Application Data, scegliete la cartella Local e poi Temp, tutto il contenuto di questa cartella può essere cancellato, se vi compare qualche errore che indica l'impossibilità di cancellare qualche file, non preoccupatevi significa che il sistema sta utilizzando quel file, quindi tralasciatelo e cancellate gli altri. La stessa procedura può essere eseguita nella seguente destinazione: C:\Windows\Temp
  • 4 Procedura per Windows Vista (per Windows Xp andate al Passo 3): Aprite l'unità principale solitamente e la C:\, selezionate Utenti poi aprite la cartella col vostro nome utente,e successivamente aprite la cartella AppData, scegliete la cartella Local e poi Temp, tutto il contenuto di questa cartella può essere cancellato, se vi compare qualche errore che indica l'impossibilità di cancellare qualche file, non preoccupatevi significa che il sistema sta utilizzando quel file, quindi tralasciatelo e cancellate gli altri. La stessa procedura può essere eseguita nella seguente destinazione: C:\Windows\Temp

Condividi post

Repost0
30 aprile 2012 1 30 /04 /aprile /2012 16:11

A chi non è mai capitato di dimenticare una password? Magari si è trattato di un'amnesia momentanea, ma quando capita sono grattacapi. Se poi è quella che usiamo per accedere a Windows, dobbiamo rassegnarci a fare a meno del nostro PC. Alcuni computer hanno risolto il problema ricorrendo ai lettori di impronte digitali, ma con un software di riconoscimento facciale, può bastare anche una webcam. Oltre ad essere molto pratico, non dovremmo ricordare alcuna difficile parola chiave, ed è anche molto veloce: sarà sufficiente posizionarsi davanti alla videocamera e l'accesso diventerà immediato.

  • 1
    Come Usare La Nostra Faccia Come Password
    Alcuni produttori di http://www.keylemon.com. Per installarlo basta cliccare sul file exe. La procedura guidata ti permetterà di installarlo sul PC senza alcun problema ed al termine dovrai riavviare il tuo sistema per permettere il completamento dell'installazione del programma. Dopo aver riavviato il sistema, clicca sull'icona presente sul Desktop chiamata KeyLemon Control Center. Questo ti permetterà di configurare la protezione del computer effettuando la creazione del modello facciale, ma per rendere il tutto molto più semplice puoi affidarti alla procedura guidata. Vai, quindi, su General e premi il pulsante Wizard per proseguire.
  • 2
     
    Occorrente
    • KeyLemon
    • Webcam
    Il primo passo della procedura guidata ti chiederà di scegliere la webcam da utilizzare col programma, perciò clicca su quella da usare e premi su Next per proseguire. A questo punto posizionati davanti alla videocamera, assicurandoti di essere ben inquadrato ed illuminato e quando sarai pronto clicca su Next per procedere al passo successivo. La finestra Create your face model ti permette di creare il modello facciale che permetterà al software di riconoscerti e se l'inquadratura è quella giusta, clicca sul pulsante Create my model. Ti verrà, quindi, mostrata una barra che ti indicherà la qualità del modello creato e per poter proseguire la barra dovrà essere di colore verde.
  • 3 Al passo successivo devi immettere nel campo Windows password la password che utilizzerai quando eseguirai l'accesso al computer e dopo averlo fatto clicca Next per giungere all'ultima parte della proceduta guidata. Se è tutto ok allora metti un segno di spunta in corrispondenza della voce Starts KeyLemon Permanent Protection now e per attivare la protezione del computer attraverso il riconoscimento facciale premi Finish. A questo punto puoi chiudere il programma di configurazione premendo il pulsante Quit e la prossima volta che si attiva lo screensaver del computer o quando rieffettui l'accesso a Windows, KeyLemon ti permetterà di entrare semplicemente facendoti riconoscere dalla webcam. Nel caso il riconoscimento facciale non dovesse funzionare, puoi sempre utilizzare la password di Windows.

Condividi post

Repost0
30 aprile 2012 1 30 /04 /aprile /2012 16:08

PowerPoint è uno dei programmi presenti nella suite di Office che permette di creare presentazioni di qualsiasi tipologia, quindi di prodotti commerciali, di un determinato progetto, ecc. Tuttavia i file creati con PowerPoint possono essere visualizzati solo utilizzando tale programma, ma se nel computer in cui vuoi avviare la riproduzione non è presente? Per risolvere il problema puoi utilizzare RZ PowerPoint converter.

  • 1
    Come Convertire File Powerpoint In Video E Dvd
    RZ PowerPoint converter è un programma gratuito che permette di convertire presentazioni PowerPoint in normali video o video DVD, in modo tale da essere visualizzati sia nei computer in cui non è presente PowerPoint, sia in tutti i vari lettori DVD da tavolo, quindi potrai avviare le tue presentazioni anche non avendo un PC a disposizione. Per scaricare il programma non devi fare altro che recarti sul sito ufficiale a questo indirizzo.
  • 2
     
    Occorrente
    • File PowerPoint da convertire
    • PC
    • RZ PowerPoint converter
    Una volta scaricato ed installato RZ PowerPoint converter avvialo, si presenterà la sua pratica schermata principale, da qui dovrai importare la presentazione PowerPoint da convertire, per farlo basta cliccare sul pulsante "Add" presente in basso, e quindi selezionare il file dal tuo computer, se vuoi puoi anche caricare più di un file per volta, tutti i file, durante la conversione, saranno riuniti in un solo video.
  • 3 Una volta caricati tutti i file PowerPoint che vuoi convertire in video puoi aggiungere un file audio come sottofondo, per farlo ti basterà cliccare su "Music" e quindi scegliere il file audio da associare, dal tuo computer. Fatto anche questo potrai passare alla schermata successiva dalla quale dovrai scegliere se convertire i file in normali video oppure in video DVD, per farlo dovrai semplicemente spuntare la relativa casella di selezione.
  • 4 Se scegli di convertire i file in un normale video dovrai scegliere anche il formato da te desiderato, per farlo basta cliccare su "Target Format" e quindi scegliere quello che desideri, se invece hai scelto di convertire in formato DVD video allora ti basterà scegliere il sistema video (PAL o NTSC), le proporzioni dello schermo, ed abilitare o meno il Menu DVD, che potrai creare cliccando su "Design DVD Menu"
  • 5 Al termine delle selezioni potrai passare al successivo ed ultimo passaggio, in questa nuova schermata dovrai semplicemente selezionare la cartella di destinazione in cui il programma salverà il video generato, per fare tutto ciò clicca sulla tendina "Target Folder" e quindi seleziona la cartella in cui salvare il lavoro. Al termine potrai avviare il processo di conversione cliccando sul pulsante "Start" in basso a destra.

Condividi post

Repost0
29 aprile 2012 7 29 /04 /aprile /2012 13:30

Quante volte tornando a casa all'ultimo momento vorremmo fare un bel piatto di spaghetti con le vongole o di aglio olio e peperoncino, ma ci passa la voglia di dover metterci a tagliare l'aglio, per poi avere tutta la sera le mani intrise di quel bel profumino.

  • 1
    Come Avere Sempre L'Aglio Pronto E Già Tritato
    Così anzichè goderci quel bel piatto di pasta che desideravamo, cambiamo idea e optiamo per una cosa più sbrigativa, magari una semplice pasta con olio e grana, niente da dire, però anche rinunciare a mangiare quello che più ci aggrada per non tritare dell'aglio e per non sentire quell'odore sulle mani, non è giusto.
  • 2
     
    Occorrente
    • 10 teste di aglio o più
    • Olio extra vergine di oliva
    • Vasi di vetro
    Approfondimento
    Così, ho trovato il sistema per avere dell'aglio già tritato, sempre pronto in ogni momento. Basterà organizzarci. Un giorno che siete a casa e non avete tante cose da fare, dedicatevi a fare questo lavoro, così sarete a posto per un bel po'. Prendete un 10-15 teste di aglio e tagliatele finemente.
  • 3 Poi prendete dei vasi di vetro e sistemate il trito di aglio all'interno, versatevi l'olio extra vergine di oliva, fino a sommergere completamente l'aglio. Riponete i vasetti in frigo e così avrete la scorta per un bel periodo di tempo. Se volete potrete aggiungere in un vaso un po' di peperoncino per averlo già aromatizzato per altre pietanze che vi serviranno, oppure un altro vaso tritare l'aglio già con il prezzemolo.

Condividi post

Repost0
29 aprile 2012 7 29 /04 /aprile /2012 13:27

L'obiettivo di questa guida è quello di farvi acquisire le competenze di base e mostrarvi l'utilizzo della Funzione "SE" ("IF" nella versione inglese di Excel), appartenente alla categoria delle "Funzioni Logiche", descrivendovi come costruire un piccolo quiz sul cinema, le cui risposte verranno verificate attraverso tale funzione. Ovviamente appena avrete imparato ad utilizzare questa funzione, potrete costruire Quiz su qualsiasi argomento desideriate!

 
  • 1 Proviamo dunque a costruire un piccolo test sul cinema. La prima cosa da fare è inserire le domande e le risposte. Dovete digitare nella cella A1 il seguente testo: "Quiz sul cinema" e nella cella A3 il seguente testo: "Chi ha diretto i seguenti film? (Inserire nella colonna "Risposte" il cognome del regista)" e di seguito, digitate dalla cella A4 alla cella A11 i seguenti titoli di film: - Il Padrino - Gli Intoccabili - Arancia Meccanica - Taxi Driver - Indiana Jones e i predatori dell'arca perduta - Ritorno al futuro - Edward mani di forbice - Il grande Lebowski Dunque, saltate le colonne B e C, e dalla cella D4 alla cella D11, scrivete le relative risposte: - Coppola - De Palma - Kubrick - Scorsese - Spielberg - Zemeckis - Burton - Coen Infine, digitate nella cella B3 il seguente testo: "Risposte" e nella cella C3: "Esito" Il foglio di lavoro, a questo punto, dovrebbe presentarsi così:
  • 2
     
    Occorrente
    • PC
    • Microsoft Excel
    A questo punto, posizionatevi con il cursore nella cella C4 e digitate la seguente funzione: =SE(B4=D4;"OK";"KO") oppure =IF(B4=D4;"OK";"KO") (se avete la versione inglese di excel) Questo significa che dobbiamo innanzitutto scrivere il simbolo "=" (ogni funzione in excel deve essere sempre preceduta dall'uguale), poi inseriamo il nome della funzione e quindi "SE" o "IF" e tra parentesi gli argomenti della funzione (le informazioni aggiuntive della medesima). La formula che abbiamo appena scritto avrà il seguente significato: se la cella B4 ha lo stesso valore della cella D4, allora scrivi nella cella in cui è inserita la formula (C4), la parola "OK", altrimenti scrivi la parola "KO". Copiate dunque la formula nelle celle in basso, usando il sistema del riempimento automatico, ovvero trascinando il cursore, dalla cella C5 alla C11. Come potete vedere, la funzione SE ha tre argomenti (divisi dal punto e virgola). Nel primo argomento abbiamo inserito la condizione (in questo caso B4=D4); nel secondo argomento, abbiamo inserito il valore che vogliamo visualizzare se la condizione è vera (in questo caso il valore è la stringa di testo "OK"); nel terzo argomento abbiamo inserito il valore che vogliamo visualizzare se la condizione è falsa (in questo caso il valore è la stringa di testo "KO"). Ricordatevi sempre che se volete inserire come valore un testo, questo deve sempre essere racchiuso tra virgolette. Invece, per i valori numerici non devono essere inserite le virgolette.
  • 3 Utilizzando la formula che abbiamo appena scritto, nelle celle dalla C4 alla C11, verrà visualizzato il valore "KO", anche se nelle celle dalla B4 alla B11, non viene digitato nulla. La funzione scriverà "KO" se non viene rispettata la condizione B4=D4 che in questo caso non è rispettata, poiché se non si scrive nulla nella cella B4, questa sarà uguale a nulla e non al valore scritto nella cella D4. Per ovviare a questo piccolo problema dovremo far uso della nidificazione della funzione SE, ovvero dovremo inserire una funzione SE all'interno di un'altra funzione SE. Di seguito vedremo come. Innanzitutto selezionate la celle C4 e cliccate all'interno della barra della formula e portate il cursore a destra dell'uguale (=). Digitate dunque SE(B4=";"; , portate il cursore alla fine della formula e digitate ) (parentesi chiusa). La formula finale sarà la seguente: =SE(B4=";";SE(B4=D4;"OK";"KO") Traduciamola in parole: se in B4 non viene digitato nulla (B4=" è vero), allora visualizzare nulla ("), se in B4 viene digitato qualcosa (B4=" è falso), allora applicare la seguente funzione SE(B4=D4;"OK";"KO"). Copiate dunque la formula nelle celle in basso, usando il sistema del riempimento automatico, ovvero trascinando il cursore, dalla cella C5 alla C11. L'ultima cosa da fare sarà quella di nascondere i risultati, altrimenti sarebbe troppo facile rispondere alle domande! Per farlo dovrete selezionare la colonna D e cliccare con il tasto destro del mouse sopra la selezione, e dal menu che si visualizzerà, selezionare la voce "Nascondi" ("Hide" nella versione inglese). Se volete aggiungere altri dati al test, dovrete scoprire la colonna nascosta. Per farlo,sarà necessario selezionare le colonne C ed E e cliccare con il tasto destro del mouse sopra la selezione, e dal menu che si visualizzerà, selezionare la voce "Scopri" ("Unhide" nella versione inglese). Il risultato finale del vostro test sarà quello mostrato nella figura di seguito. Nella figura sono state inserite, a titolo esemplificativo, sia risposte esatte che errate. Adesso non vi resta che provare a costruire il vostro Quiz! Buon lavoro!

Condividi post

Repost0
29 aprile 2012 7 29 /04 /aprile /2012 13:25

Avete una grande passione per la lettura e avete a casa una libreria davvero molto vasta? Vi siete sempre ripromessi di riuscire ad archiviare i vostri libri? Potrete farlo costruendo il vostro archivio su un documento Microsoft Excel 2007. In questa guida vi sarà mostrato come farlo in modo davvero semplice e veloce!

  • 1 Per creare il vostro archivio personale di libri, la primacosa che dovete fare è aprire un foglio di lavoro Microsoft Excel 2007, poiposizionate il vostro cursore con il mouse sulla cella B2 e scrivete ilseguente testo in maiuscolo "ARCHIVIO LIBRI" [1], poi premete il comando "Grassetto" ("Bold" nella versione inglese di Microsoft Excel)[2] contenuto nel gruppo "Carattere" ("Font") della scheda "Home".
  • 2
     
    Occorrente
    • Microsoft Excel 2007
    • PC
    Infine, selezionate con il cursore dalla cella B2 alla cella G2 [3] e premete il tasto "Unisci e Centra" ("Merge & Center") [4] appartenente al gruppo "Allineamento" ("Allignment") anch'esso della scheda "Home". Inserite ingrassetto quanto descritto di seguito nelle celle sottostanti, in particolare: scrivete "ID"nella cella B3 [5], "AUTORE" nella cella C3 [6], poi "TITOLO" nella cella D3 [7],"ANNO" nella cella E3 [8], "CASA EDITRICE" nella cella F3 [9]ed infine "GENERE" nella cella G3 [10].
  • 3 Adesso andate a creare la vostra tabella selezionando con il cursore tuttal'area dalla cella B3 alla cella G3 e poi tutte le righe contenute al di sotto [11] e selezionate il comando "Tutti iBordi" ("All Borders") [12] contenuto nel gruppo "Carattere" ("Font") della scheda "Home". Selezionate poi solo le celle dalla B3 alla G3 e dunque premete il comando "Bordo casella spesso" ("Thick Box Border") anch'esso contenuto nel gruppo "Carattere" ("Font") della scheda "Home". Fate lo stesso anche per le celle dalla B2 alla G2 [15], unite in precedenza e dalle B4alla G4 e per tutte le celle sottostanti [16].
  • 4 Arrivati a questo punto diminuite la dimensione della riga1 e della colonna A a 0,67 [17] e poi togliete l'opzione "Griglia" ("Gridlines") contenuta nel gruppo "Mostra/Nascondi" ("Show/Hide")della scheda "Visualizza" ("View") [18]. Per migliorare il formato del vostro modello selezionate l'interofoglio di lavoro [19] e premete ilcomando "Allineamento Centrato" ("Middle Allign") [20] contenuto nel gruppo "Allineamento"("Allignement") della scheda "Home".
  • 5 Altra cosa molto utile che potete fare per migliorare lalettura del vostro archivio è quella di inserire il testo a capo, selezionandol'intero foglio di lavoro e poi premendo il tasto "Testo a capo" ("Wrap Text")[21] nel gruppo "Allineamento" ("Allignement") della scheda "Home". Infine,dopo aver aggiornato il vostro archivio, selezionate la colonna D [22], ovvero quella che conterrà ititoli dei vostri libri e premete il comando "Ordina e Filtra" ("Sort& Filter") [23] e dal meu atendina l'opzione "Ordina dalla A alla Z"("Sort A to Z") [24].
  • 6 In conclusione, selezionate le celle dalla B3 alla G3 [25] e premete di nuovo il comando "Ordina e Filtra" ("Sort & Filter") [26]e poi "Filtra" ("Filter") [27]; in tal modo avrete anche la possibilità di visualizzare solo una pare dei dati inseriti filtrandoi dati secondo un criterio che potrete decidere a vostra discrezione (ad esempio per autore, oppure peranno o anche per casa editrice….). A questo punto il vostro archivio di libri è pronto! Buon lavoro!

Condividi post

Repost0
29 aprile 2012 7 29 /04 /aprile /2012 13:24

Microsoft Excel 2007 è un'ottima applicazione per riuscire a creare degli strumenti che potrebbero risultare molto utili sia in ambito lavorativo che in ambito privato. Ad esempio potete utilizzare la seguente guida per creare una rublica telefonica di semplice costruzione e soprattutto di facile consultazione. Non dovrete fare altro che seguire quanto scritto di seguito passo dopo passo. Buon lavoro!

 
  • 1 La prima cosa che dovete fare è aprire il vostro foglio di lavoro Microsoft Excel 2007. Dunque posizionatevi sulla cella B3 ed inserite l'etichetta della prima colonna della vostra rubrica telefonica, ovvero "Nome" [1], posizionatevi poi sulla cella C3 ed inserite la seconda etichetta cioè "Cognome" [2], nella cella D3 scrivete invece "N. Abitazione" [3], la cella E3 valorizzatela con "N. Cellulare" [4] e quella F3 con "N. Ufficio" [5], poi nella cella G3 inserite l'intestazione "N. Fax" [6] e nella cella H3 inserite "Indirizzo e-mail" [7] ed infine, scrivete nella cella I3 "Società" [8] e nella cella J3 "Località" [9].
  • 2
     
    Occorrente
    • Pc
    • Microsoft Excel 2007
    Selezionate per intero la riga 3 [10] e premete il comando "Grassetto" ("Bold") [11], che trovate nel riquadro "Carattere" ("Font") della scheda "Home". Nella cella B2 andate poi ad inserire il titolo, "RUBRICA TELEFONICA" e selezionate dalla cella B2 alla cella H2 [12] con il cursore e premete il comando, "Unisci e centra" ("Merge & Center") [13], presente nel riquadro "Allineamento" ("Allignment") della scheda "Home". Inserite il grassetto anche per tale titolo.
  • Leggi anche: Come creare un modello Excel per archiviare libri (CLICCA QUI)
  • 3 A questo punto scegliete il tasto "Stile Linea" ("Line Style") [14], contenuto anch'esso nel riquadro "Carattere" ("Font") della scheda "Home", e selezionate la terza opzione del menu a tendina [15]. Evidenziate poi con il cursore dalla cella B4 alla cella H4 e tutte le celle sottostanti di tale foglio [16], dunque premete il comando "Tutti i Bordi" ("All Borders") [17]. In tal modo otterrete la griglia della vostra rubrica telefonica come mostrato nell'immagine di seguito [18].
  • 4 Selezionate poi, con il cursore, le celle dalla B3 alla H3 [19] e, sempre nel riquadro "Carattere" ("Font") della scheda "Home, premete il comando "Bordi" ("Borders") [20] e poi scegliete lo stile "Bordo casella spesso" ("Thick Box Border") [21]. Adesso colorate le colonne B, C facendo partire la selezione dalla riga 4 [22] e premendo il comando "Colore Riempimento" [23] selezionate il colore verde [24]. Colorate poi le colonne D, E, F, G, H dalla riga 4 in poi, seguendo la stessa procedura appena descritta, ma con il colore giallo [25], ed infine le colonne I e J con il colore celeste [26].
  • 5 Dunque colorate le celle dalla B3 alla J3 con gli stessi colori descritti sopra, ma con una tonalità più scura rispetto ai colori sottostanti [27]. Infine colorate con il colore grigio la riga 1 e la colonna A [28] e poi tutte le altre colonne dalla K in poi [29]. In conclusione, riducete l'altezza della riga 1 e la larghezza della colonna A, alla dimensione di 0,75 [30]. In questo modo avrete ottenuto la vostra "Rubrica telefonica" e non vi resterà altro da fare che inserire al suo interno tutti i vostri contatti!

Condividi post

Repost0